Solare Termico

  • Il Solare termico è la tecnologia che permette la conversione dell’energia solare in energia termica.

    Grazie ai “collettori termici” detti anche pannelli di calore è possibile catturare l’energia solare, immagazzinarla ed utilizzarla per il riscaldamento dell’acqua corrente per uso domestico, in sostituzione delle comuni caldaie alimentate a gas metano o da altri combustibili fossili.

    I collettori sono attraversati da un fluido termo vettore incanalato in un circuito di serpentine idrauliche direttamente connesse ad un accumulatore.

    L’accumulatore trattiene la temperatura rilasciandola gradualmente e direttamente nell’impianto idraulico dell’abitazione o dell’immobile di riferimento, fornendo così acqua calda per i diversi impieghi domestici.

    Esistono vari tipi di collettore in grado di cedere il calore del Sole al fluido termo vettore : dalla semplice lastra in Rame percorsa da una serpentina idraulica, al pannello selettivo trattato con biossido di Titanio, all’assorbitore sottovuoto. Nei primi due casi l’assorbitore è protetto da una lastra di vetro temperato. A completare l’impianto, infine, abbiamo il serbatoio di accumulo del fluido.

    Gli impianti solari termici destinati ai redditi IRPEF hanno una principale forma di agevolazione da parte dello Stato data dalla detrazione fiscale.

    Chi installa un impianto fotovoltaico può usufruire delle detrazioni fiscali IRPEF per recuperare il 60% delle spese sostenute sino ad un importo massimo di spesa pari a 96.000 euro (IVA esclusa). Il recupero del 65% rimane in vigore fino al 31 dicembre 2013.

    Inoltre tutti gli impianti solari termici (persone fisiche ed aziende) beneficiano dell’iva agevolata al 10% anziché al 21%.

     

    1. a circolazione naturale: in questo caso il fluido è l’acqua stessa che riscaldandosi sale per convenzione nel serbatoio di accumulo, che deve essere posto più in alto del pannello di calore (a cascata). Una volta raggiunta la giusta temperatura, l’acqua viene distribuita nell’impianto idraulico per andare incontro a tutte le esigenze domestiche;
    2. a circolazione forzata : il circuito si compone di un pannello, di una serpentina posta all’interno del “boiler” e dei tubi di raccordo. Una pompa, detta “circolatore”, permette  successivamente la cessione del calore raccolto nel fluido termo vettore;
    3. a svuotamento : il sistema differisce dall’impianto a “circolazione forzata”  per il fatto che quando l’impianto raggiunge la temperatura impostata, si svuota e ricomincia il suo ciclo;
    4. a concentrazione con inseguitore solare : è il sistema tecnicamente più avanzato, perché capace di concentrare i raggi solari in corrispondenza del fluido termo vettore grazie ad una particolare conformazione parabolica.
    • risparmio immediato dei costi energetici domestici per la produzione di acqua calda (fino al 70%);
    • possibilità di detrarre dai redditi IRPEF il 65% del costo sostenuto;
    • iva agevolata al 10% (anziché al 21%);
    • e’ un impianto non invasivo in quanto occupa superfici ridotte in quanto le efficenze raggiunte superano il 90% di rendimento;
    • l’installazione risulta estremamente semplice;
    • offre il massimo comfort sanitario;
    • Riduce drasticamente l’utilizzo dei combustibili fossili;
    • non arreca alcun danno all’ambiente;
    • i materiali impiegati sono di facile smaltimento attraverso appositi consorzi certificati.